EUROPA BOREALE





Martin De Vos, The Rape of Europa


« O Freunde, nicht diese Töne!
Sondern laßt uns angenehmere
anstimmen und freudenvollere.
Freude! ».

« Amici, non questi suoni!
Piuttosto, altri intoniamone,
più piacevoli e gioiosi.
Gioia! »

(Ludwig Van Beethoven, Introduzione del compositore ad An die Freude di Friedrich Schiller)

Io fra qualche ora cercherò di superare lo schifo assoluto che mi ha suscitato questa campagna elettorale ed andrò a votare, non so ancora per chi, ma so perché: mai come oggi l'idea di Europa va rilanciata e ricostruita, contro gli stessi che ci hanno piombati in questa crisi che non è solo economica, ed oggi se la prendono con l'Europa e con l'euro.


(Aggiornamento: 25-05-2014, ore 23.22)

Ho fatto il mio dovere di buon cittadino, sono andato a votare e ho messo la croce (spero non sia tombale) su Tsipras … certo, sono lontano da una sinistra masochista, inconcludente, con un linguaggio forbito ma incomprensibile vista la barbarie culturale in cui versa ormai l’Italia, e di una litigiosità interna che si mette fuori gioco da sola, prima ancora di essere sconfitta dagli avversari.
Ma allora perché Tsipras, Santo Dio? Perché con tutte le facce da culo che ho visto in questa campagna elettorale, un culo vero (sebbene in bikini in una posa da spiaggia, o da yacht) è già un passo avanti, un miglioramento, qualcosa di più autentico.

Paola Bacchiddu




Mi riferisco all’immagine provocatoria che Paola Bacchiddu (che non è candidata, beninteso) aveva postato sulla sua pagina facebook per dare più visibilità al movimento, perché lamentava a ragione che la lista Tsipras venisse ignorata dai media nazionali, metà dei quali di proprietà di un signore che sembra aver ipotecato la democrazia, e l’altra metà ignobilmente spartita fra i cani più grossi nel canile (PD e Forza Italia prima degli altri, ma già si vedono scodinzolamenti verso i "grillini").
Se posso, un unico appunto farei alla Paola, la prossima volta evita il bikini, in spiaggia già se ne vedono tanti e fra poco ne saremo invasi, meglio nu et cru, senza quel triangolino di stoffa bianca che altro non è che un residuo di ipocrisia, e ancora, se ci devi mettere il culo, almeno candidati, c’è fin troppa gente che fa politica col culo degli altri.




Non potevo certo votare per l’enfant prodige del PD, il Matteo Renzi di Firenze … ma che è st’ammuina: sei stato eletto per fare il sindaco, fai il sindaco, e quando hai dimostrato di aver amministrato bene ti candiderai per qualcos’altro … è poco serio che i sindaci in pieno mandato facciano i ministri o i Presidenti del Consiglio, o entrambe le cose senza dimettersi da nessuna delle due come se avessero il dono dell’ubiquità, come se fossero dotati di poteri eccezionali, come se oltre loro non ci fosse più nessuno capace di fare queste cose.
A proposito, avete notato il tandem Renzi-Berlusconi in campagna elettorale? Ormai, nel solco di una tradizione consolidata fra leader del PD e Berlusconi, quando uno di loro si trova in difficoltà, l’altro gli porge il braccio, gli passa la borraccia, come se fossero Coppi e Bartali, Stanlio e Ollio, Ric e Gian, Gianni e Pinotto.
Il primo ha promesso 80 euro agli italiani con un reddito inferiore ad una certa cifra, così finalmente ripartiranno i consumi, il “volano” dell’economia (il prossimo che dice volano in mia presenza vola dalla finestra per abuso di termine), e concedersi cene luculliane (secondo Pina Picierno, del PD, con quella cifra si può fare la spesa per due settimane … e questo è il nuovo che avanza nel PD, che vive stabilmente sulla Luna), mentre l’alter-ego di Renzi, Silvio Berlusconi ha promesso che regalerà dentiere a tutti … altrimenti come mangiare tutto quel ben di dio?








La Lega, da quando ha fatto la sua “svolta intellettuale” con Matteo Salvini, naviga ormai in mari per me inattingibili (ma anche prima non è che io attingessi …); mi chiedo, ma se siete contro l’Europa, perché vi candidate in Europa? Se siete contro l’euro, perché non restituite gli euro (e anche le lauree i diamanti e le mutande verdi) indebitamente presi in due Parlamenti (quello italiano e quello europeo) in cui non credete e in cui andate così poco che vi tacciano come “fannulloni”?







Rimane Grillo, troppe cazzate, se devo eleggere qualche baldo giovinotto o qualche graziosa fanciulla sulla base di pochi secondi di presentazione di un filmato in rete e questo mi viene spacciato per democrazia, allora vuol dire che siamo davvero spacciati. Ho dato un’occhiata svagata ai candidati M5S, non è che facciano meno schifo degli altri e mi sembrano persino più sciroccati degli altri; ma il colpo di grazia alle mie simpatie per il M5S l’hanno dato l’intervista di Casaleggio (è vagamente inquietante come personaggio come l’Igor di Frankenstein Junior) e la comparsata di Grillo medesimo a Porta a Porta. Se dovesse vincere davvero Grillo, vincerebbe ancora una volta senza convincere, solo perché gli altri fanno più schifo di lui.

(La maggior parte delle immagini di questo post le ho prese qui: http://nonleggerlo.blogspot.it/). 



Commenti

  1. E’ vero. E’ stata una campagna elettorale disgustosa. Fino a qualche giorno fa credevo che non sarei andata a votare. Sarebbe stata la prima volta in vita mia. Invece ci vado. Certo che si. Tra una mezz’ora o poco più avrò già fatto il mio dovere di italiana europea. La cosa certa è che, non mi sono lasciata incantare da sciacalli urlatori. E ne sono felice, e pure fiera.
    Ciao Garbo. Buona voto e buona domenica ^.^
    ( ... questo video è bellissimo, davvero tanto, si. Grazie di averlo postato.)

    RispondiElimina
  2. Cara Cri,
    io ho votato, ancora una volta ho dovuto pensarci molto, ancora una volta ho messo la croce per qualcuno che non esisteva prima, ed era diverso da ciò che ho votato in precedenza, ancora una volta non sono soddisfatto pienamente di ciò che ho votato, nel senso che non mi rappresentano molto, non rispecchiano le mie idee e neanche ciò che sento, ancora una volta non c'è nessuno che goda della mia completa fiducia, anzi, l'idea di partecipare ad una farsa si fa sempre più forte. Nonostante ciò, spero che questo gruppo superi la soglia del 4%, che vada in europa, che possa far bene e che soprattutto sia onesta, perché c'è molto bisogno di onesta e di limpidezza. Io nell'Europa ci credo ancora, più che nell'Italia, credo che l'Europa possa insegnarci la strada verso la democrazia che non abbiamo mai posseduto. Urlatori e sciacalli lasciano il tempo che trovano per me, solo che qui hanno urlato un po' tutti e tutti hanno denunciato l'urlo degli altri ... a loro volta urlando, e talvolta si urla quando non hai accesso alla visibilità mediatica. Il video piace molto anche a me, da l'idea che ciascuno di noi possa sempre aggiungere qualcosa, una nota, un contributo, una tonalità ....
    Ciao :-)

    RispondiElimina
  3. Rispondo anche al tuo successivo post con una citazione del Manzoni, "tanto par bella la lode del vincere che poco importa la cagione del combattere" (riporto a memoria, perdona eventuali licenze), è un comportamento a metà strada tra strategia politica e necessità emotiva, entrambi confluiscono nell'etologia. Per quanto riguarda la campagna elettorale, ne ricordo di becere da tempo ormai che mi tengo lontano da profferte televisive e giornali che bollo come poco obiettivi tanto che ormai faccio fatica a trovarne, anche il mio amato Micromega è passato attraverso fasi di innamoramento per me inconprensibili, prima per Di Pietro e poi per Grillo, fasi poi corrette dopo che lo scontro con i fatti è avvenuto in maniera devastante...nella bibliografia di Travaglio c'è "la scomparsa dei fatti", ci vorrebbe un libro intitolato "la percezione dei prodromi"! Anch'io ho votato Tsipras, spero non debba pentirmene come è già capitato in altre occasioni.
    Concordo che il video è meraviglioso.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  4. @ Antonio,
    la tua citazione è azzeccatissima, questi (chiunque siano) vogliono solo vincere, della “cagione del combattere” gli cale poco o nulla (io non riporto neanche a memoria, perché la citazione non la conoscevo ;-)). Sui vari innamoramenti: anch’io, come Micromega, sono passato da innamoramenti per Di Pietro prima e poi, di fronte al nulla, anche per Grillo. Ma ci tengo a precisare che sia dell’uno che dell’altro mi ero dato nobili motivi, non è che non sapessi che Di Pietro non era un politico e che non aveva la capacità di distinguere gli uomini per ciò che sono (basti pensare a Pacini Battaglia, prima ancora di De Gregorio, di Razzi e di Scilipoti) e che Grillo non sia altro che un comico che si è inventato qualcosa dopo la sua cacciata dalla RAI, o anche pima, e ciò spiegherebbe perché è stato cacciato, ma che come politico ha i suoi limiti. Ma se consideri l’alternativa allora … non ci resta che piangere.
    Purtroppo siamo tutti abituati a votare non tanto per convinzione, ma per il meno peggio, gli elettori del PD, sempre meno convinti, hanno votato qualsiasi armata Brancaleone in funzione anti-berlusconiana, gli elettori di forza Italia o del fu PDL hanno votato persino per Gasparri e per l Santanché … ma che dico, persino per Berlusconi … in funzione anti-comunista; gli elettori della Lega hanno votato per anni Bossi, Maroni, Salvini, Cota, Calderoli e Borghezio, il nulla insomma, e hanno insediato come Presidente della Camera la Irene Pivetti, lo zero assoluto, in funzione anti-extracomunitari; i grillini votano Grillo e Casaleggio in funzione anti-casta, ma mi chiedo cosa ne pensano veramente di questo “abboccamento” del loro leader con Nigel Farage, leader del partito UKIP, di estrema destra, uno per cui già la Le Pen è una moderata e Salvini addirittura considerato alla stregua di Mario Monti al suo confronto.
    Per chi non conoscesse di cosa stiamo parlando, cito (tratti dai media britannici) alcune dichiarazioni fatte dallo stesso Farage e da altri esponenti importanti del suo partito:
    "Le donne valgono meno, è giusto guadagnino meno, vanno in maternità" Nigel Farage, capo di UKIP (http://news.sky.com/story/1197923/farage-working-mothers-worth-less-than-men).
    "Tra omosessualità e pedofilia ci sono tali legami che non basta un'enciclopedia", Julia Gasper di UKIP (http://www.mirror.co.uk/news/uk-news/ugly-face-ukip-sunday-mirror-1531879).
    "Dacché riconosciuto il matrimonio gay, UK è colpita da alluvioni", David Silvester, dirigente di UKIP (http://www.bbc.com/news/uk-england-oxfordshire-25793358).
    "Gli omosessuali sono sodomiti e comunisti, la piantino di dirsi normali". Douglas Denny,dirigente di UKIP (http://www.independent.co.uk/news/uk/local-ukip-chairman-defends-candidate-who-labelled-gay-people-abnormal-and-sodomites-9254341.html).
    Il fatto stesso che Grillo abbia pensato di parlare con uno così è un’azione indegna dei voti che ha ricevuto alle politiche, è come buttare nella spazzatura una grande opportunità, come dimostrare che, volendo, si può fare ancora più schifo di ciò che si dice di combattere.
    Ciao

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

SOGNO DI UN’OMBRA L’UOMO

ACCOPPIAMENTO UMANO E "NORMALE"

UN GELATO PER SAVIANO