Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2017

CAPACI

Immagine
Quello che ha rappresentato per me e per tanti come me che nel 1992 eravamo giovani l’operato di Falcone e di Borsellino è indicibile, ci ho provato a parlarne con amici siciliani, con quelli del nord in cui vivo o con altri stranieri che conoscono poco la situazione politica e sociale del nostro Paese; ci ho provato anche su questo blog e prima sul suo predecessore ne il Cannocchiale, aggredendo questa vicenda da diversi punti di vista, ma il risultato che ne ho ottenuto non mi ha soddisfatto. Falcone e Borsellino hanno sfidato e vinto la mafia dei corleonesi, un’organizzazione criminale che all’epoca era la più potente al mondo, che ha sfidato lo Stato uccidendo magistrati, poliziotti, giornalisti, politici, un presidente di regione, un prefetto, gli stessi Falcone e Borsellino con una potenza di fuoco e con una spettacolarizzazione inauditi, un prete antimafia, ordito attentati con morti feriti e seri danneggiamenti a città e ad opere artistiche, e ne progettava uno che avrebbero mi…

L'ANIMA BELLA 2

Immagine
“Iperione a Bellarmino - L’uomo è un dio quando sogna, è un mendicante quando riflette. E quando l’entusiasmo è scomparso, egli rimane come un figlio sciagurato che il padre ha cacciato di casa, e osserva i miseri centesimi che la pietà gli ha procurato lungo il cammino”. (Friedrich Hölderlin, Iperione, libro I, p. 24).







“Per Ilir, mio figlio perché sappia amare e s-vestire la bellezza, non solo la sua idea Stretto è il mondo, e largo lo spirito I pensieri si sfiorano leggermente Ma le cose si urtano duramente nello spazio”. (Friedrich Schiller, La morte di Wallenstein, II, 2, vv. 787-789).