IL TUO NOME DI BATTAGLIA ERA PININ, E IO ERO SANDOKAN!








"Belle bimbe innamorate, gli aranci comprate,
hanno il magico sapore, di un bacio d'amore".
(Aranci, Mario Mariotti - Marf, 1932).

Commenti

  1. Il film più grande di Scola

    è sicuramente BRUTTI, SPORCHI E CATTIVI

    una rappresentazione realistica

    del cosiddetto "proletariato"

    proposto fin lì dalla sinistra italiana


    come nei quadri di Pelizza da Volpedo.

    Non mi piace la parola Maestro

    ma per Ettore Scola faccio un' eccezione.

    RispondiElimina
  2. Visto che sono qui

    colgo l'occasione per proporti la frima

    su una mia petizione

    a sostegno di una proposta di legge

    che imponga la presenza di forze dell’ ordine

    davanti ad ogni sportello bancario

    per impedire a chiunque di entrare

    A seguire la proposta di legge

    ARTICOLO 1

    Lo stato italiano

    per impedire che continuino truffe, imbrogli e raggiri

    perpetrati ai danni dei propri cittadini

    da parte di quei covi di usurai legalizzati

    chiamati “banche”

    ordina, stabilisce ed impone la presenza

    di due rappresentanti delle forze dell’ordine armati

    di fronte ad ogni sportello bancario

    ARTICOLO 2

    I due rappresentanti delle forze dell’ordine

    posti di fronte ad ogni sportello bancario

    avranno innanzitutto il compito

    di dissuadere con le parole

    chiunque sosti di fronte alla porta d’ingresso

    di ogni istituto bancario

    mostrando l’intenzione

    di voler entrare all’interno.

    ARTICOLO 3

    I due rappresentanti delle forze dell’ ordine

    sono autorizzati a sparare in aria

    a scopo intimidatorio

    nel caso in cui qualcuno persista nella sua intenzione

    di entrare all’interno dell’ istituto bancario

    anche dopo che nei suoi confronti

    siano state messe in atto le misure

    descritte nell’ articolo 2.

    ARTICOLO 4

    I due rappresentanti delle forze dell’ordine

    sono autorizzati

    ad aprire il fuoco contro chiunque

    persista nella sua intenzione

    di entrare all’interno dello sportello bancario

    anche dopo che nei suoi confronti

    siano state mese in atto le misure

    descritte negli articoli 2 e 3.

    RispondiElimina
  3. è un fuggi fuggi generale... Bowie, Citti, Rickman, Scola ...il mondo deve essere proprio diventato insopportabile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro ci lasciano... e noi ci si sente sempre più soli

      Elimina
    2. Loro ci lasciano... e noi ci si sente sempre più soli

      Elimina
  4. Dio, anima eterna, vita eterna.

    Nulla di tutto ciò esisterebbe

    non solo nella realtà,

    dove di fatto continua a non esistere,

    ma neppure nei cervelli,

    se non fossero state inventate

    prima le parole

    e poi le parole "dio", "anima eterna" e vita eterna".

    Parole parole parole parole.....

    FLATUS VOCIS.


    La realtà e la natura non ne sanno niente delle parole.

    Le parole non contano un cazzo.


    So’ cose inventate

    dagli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens

    per nascondersi la realtà

    e nasconderla

    ad altri esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens.


    Sono strumenti per ingannare, mistificare, fuorviare, distrarre.


    Solo gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens

    educati e forgiati dagli ometti in tonaca,

    i maestri di tutti i cazzari della Terra,

    quelli della Parola Maiuscolata

    e de In Principio Fu Il Verbo,

    danno tanta importanza alle parole.


    Perchè le parole

    gli servono per ingannarsi ed ingannare gli altri.


    'Nzomma...


    Ai preti

    e a quelli educati dai preti

    se je levi le parole

    come fanno a fregatte ?


    Ed è per quello

    che essi esaltano la Parola.


    O NOOOO ??

    RispondiElimina
  5. @ Giamba,
    Brutti, sporchi e cattivi è sicuramente un bel film, ma non direi proprio che è il migliore di Scola … poi è anche una questione di gusti. E non da una rappresentazione realistica del cosiddetto “proletario”, perché in quel film di proletari non ce n’era manco uno, era ambientato in una baraccopoli alla periferia di Roma e i personaggi vivevano di espedienti o di attività ai margini della legge e del consorzio sociale.
    Però condividevano il sogno borghese, belle macchine o moto, una bella casa piena di elettrodomestici, poter realizzare le loro aspirazioni, qualunque fossero, il successo personale o delle loro imprese, la bella vita con una mignotta molto ben carrozzata, davanti a mezzo litro di vino, un buon pasto e credito illimitato in osteria ….
    Scola parla di emarginati per mettere alla berlina le misere aspirazioni della borghesia (e anche del proletariato che si stava imborghesendo), senza provocare quel senso di orrore che potrebbe coglierci se dovessimo rispecchiarci nelle persone di cui stiamo ridendo.

    RispondiElimina
  6. @ Antonio,
    ... Francesco Rosi, Anita Ekberg, Dacia Valent, Aldo Ciccolini, Enrico Panunzio, Luca Ronconi, Ornette Coleman, Laura Antonelli, Armando Cossutta, Sabino Acquaviva, Luciano Gallino, Pietro Ingrao, Oliver Sacks, Omar Sharif, ... e anch'io mi sento poco bene :-)
    Ciao

    RispondiElimina
  7. I taliani…

    Quando arriva Rohani coprono le #statue nude.

    Quando arrivava Clinton

    gli facevano trova’ la zoccola che fa i pompini.

    I taliani.

    Popolo di bastardi, col DNA dei bastardi,

    che si fanno da soli serve e puttane.

    I taliani…

    Popolo di bastardi geneticamente bastardi

    col DNA dei bastardi

    nati servi e puttane

    che si propongono da soli come servi e puttane

    I taliani..

    Peggio dei cani bastardi.

    I cani bastardi almeno sono riconoscenti

    al padrone che gli dà da mangiare,

    mentre i taliani invece,

    come il Griso manzoniano con Don Rodrigo,

    prima leccano il padrone quando è ricco e potente,

    per mettere insieme il pranzo con la cena,

    poi, quando perde ricchezza e potere,

    gli sputano addosso.

    Si spiega finalmente

    il cartello posto all’ingresso di molti locali

    in molti paesi della Terra

    VIETATO L’INGRESSO AI CANI E AGLI ITALIANI.

    Ma io i cani li farei entrare…

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

SOGNO DI UN’OMBRA L’UOMO

ACCOPPIAMENTO UMANO E "NORMALE"

UN GELATO PER SAVIANO