Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2013

EL MOLINO BLANCO

Immagine
Questo post nasce come commento al post di AntonioUna famiglia sacrale! (http://cosechedimentico.blogspot.it/2013/09/una-famiglia-sacrale.html) poi, visto che ero ispirato e viste le dimensioni, ho preferito trasformarlo in un post a mia volta, senza per questo perdere il carattere di replica: La battuta sulle coppie eterologhe, tipo un uomo e una gallina è bellissima e fulminante. Anch'io ho avuto la sensazione che Banderas stesse cercando di sedurre la gallina e tutti insieme (Banderas, gallina e Barilla) stessero cercando, con quella pubblicità, di sedurre altre "galline" a casa che si illudono che a cucinare i biscotti sia davvero Antonio Banderas e che li cucini al naturale ... con il fiato. Si possono fare diverse considerazioni su quanto dichiarato da Guido Barilla, la prima è: chi glielo ha fatto fare? Un imprenditore dovrebbe ampliare il mercato, non restringerlo; uno che ti viene a dire: «Non metterei in una nostra pubblicità una famiglia gay perché noi siamo p…

GRAZIE DESISTERE

Immagine
«Il messaggio di Silvio è stato commovente, sentito, profondo, patriottico. Lui è l'Italia migliore. Siamo orgogliosi di essergli accanto dal 1994 e lo saremo ancora di più oggi in questo momento di difficoltà oggettiva. Ma ha detto bene il presidente, non è un seggio a fare un leader e la sua forza è sempre stata solo ed esclusivamente il popolo, il consenso che la gente non gli ha mai fatto mancare. Bene il ritorno a Forza Italia, Forza Italia è l'Italia, quella berlusconiana, quella libera, quella che produce, quella che ama, quella che non odia. Grazie presidente, grazie ancora una volta di esistere». (Michaela Biancofiore, parlamentare PDL e sottosegretario alla Presidenza del consiglio, a caldo dopo aver visto il videomessaggio di Silvio Berlusconi).
Cosa sarebbe Michaela Biancofiore senza Silvio Berlusconi? Questa donna non mi è particolarmente simpatica, non le attribuisco particolari doti politiche o amministrative o intellettive, se non fosse che col Porcellum possono…

L'INTREPIDO

Immagine
A casa mia quando ero ragazzino girava, insieme ad altre, una rivista a fumetti dal titolo Intrepido edita dalla Casa Editrice Universo, parlava di sport (soprattutto di calcio), ma ciò che mi piaceva di più erano i fumetti, di ogni genere (poliziesco, western, drammatico, d’amore, di spionaggio, d’avventura, cartoni, …); raccontava dei campioni di allora, ma anche di personaggi completamente inventati come Sorrow, Billy Bis, Lone Wolf, Ghibli, …, era l’immagine di un’Italia in crescita, dove il lavoro c’era per tutti (o quasi), dove bastava ancora un solo stipendio in famiglia per vivere decorosamente, e dove i padri speravano che i figli potessero cogliere opportunità economiche che a loro erano state negate e premevano perché conseguissero una laurea che fosse il trampolino di lancio per una carriera invidiabile nella Pubblica Amministrazione o nel privato o che fosse spendibile per poterci organizzare intorno una piccola azienda. Un mondo dorato che già allora faceva avvertire pote…